Giornali: notizie dell'ultima ora

Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset - Sport Mediaset
Oggi 31-05-20, 19:16

Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset - Sport Mediaset

Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset  Sport Mediaset
Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset - Sport Mediaset
Oggi 31-05-20, 19:16

Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset - Sport Mediaset

★ Borussia Monchengladbach, la festa dei giocatori con i... cartonati - Sportmediaset  Sport Mediaset
“Datemi 24 Medel e un Messi e batto tutti”, parola del Mancio
Calcio
Oggi 31-05-20, 19:16

“Datemi 24 Medel e un Messi e batto tutti”, parola del Mancio

★ “Datemi 24 Medel e un Messi e batto tutti”, parola del Mancio Le frasi celebri del c.t. della Nazionale
Oggi 31-05-20, 19:16

Coronavirus: in Fvg positivi scendono a 352 (-19)

(ANSA) - TRIESTE, 31 MAG - Le persone attualmente positive al Coronavirus in Fvg (ospedalizzati, clinicamente guariti e isolamenti domiciliari) sono …
Fabio Lombini e Gioele Rossetti, il nuoto piange i due atleti morti nell’incidente aereo di Nettuno
Sport
Oggi 31-05-20, 19:15

Fabio Lombini e Gioele Rossetti, il nuoto piange i due atleti morti nell’incidente aereo di Nettuno

Lombini 22 anni era un atleta di grande livello nei 200 stile libero gia nazionale e si stava allenando a Ostia. Era uscito in aereo con Gioele che aveva il brevetto di volo
Gioele Rossetti e Fabio Lombini morti nell’ultraleggero caduto a Nettuno
Oggi 31-05-20, 19:14

Gioele Rossetti e Fabio Lombini morti nell’ultraleggero caduto a Nettuno

L’aereo della scuola di volo di Crazy Fly si è incendiato dopo lo schianto, a bordo i due ventenni. Solo qualche giorno fa un altro incidente con un biposto ammarato e poi affondato nel Tevere
Walter Tobagi, cronista indipendente vittima del suo coraggio
Cultura e Spettacolo
Oggi 31-05-20, 19:13

Walter Tobagi, cronista indipendente vittima del suo coraggio

Tg2 Dossier ha proposto «Walter Tobagi, assassinio di un cronista» di Miska Ruggeri. A a 40 anni dal suo omicidio, la vicenda del giornalista non smette di far riflettere
La Grecia farà i test a chi arriva da Piemonte, Lombardia, Veneto e Emilia-Romagna fino al primo luglio. Zaia: "Non ci vedono più"
Cronaca
Oggi 31-05-20, 19:13

La Grecia farà i test a chi arriva da Piemonte, Lombardia, Veneto e Emilia-Romagna fino al primo luglio. Zaia: "Non ci vedono più"

L’ambasciata di Atene pubblica la lista nera degli aeroporti considerati a rischio. Fra gli altri c'è il Belgio, buona parte dell’Inghilterra e dell’Olanda. Il governatore del Veneto: "La decisione della Grecia è allucinante". L'Emilia Romagna: "Non siamo degli untori". Domani...
Tra l'Inter e Tonali c'è solo Cellino: le cinque ragioni di un colpo annunciato - Sportmediaset - Sport Mediaset
Oggi 31-05-20, 19:10

Tra l'Inter e Tonali c'è solo Cellino: le cinque ragioni di un colpo annunciato - Sportmediaset - Sport Mediaset

★ Tra l'Inter e Tonali c'è solo Cellino: le cinque ragioni di un colpo annunciato - Sportmediaset  Sport Mediaset
Inter, primo anno in panchina per Conte: 12 mesi in 12 foto
Oggi 31-05-20, 19:10

Inter, primo anno in panchina per Conte: 12 mesi in 12 foto

Dal 31 maggio 2019 al 31 maggio 2020. La prima stretta di mano con Zhang, l'Inter "non più pazza", come invece restano le sue esultanze. Interviste, vittorie, record e mercato. Così il primo anno di Conte sulla panchina nerazzurra CORONAVIRUS, LE NEWS IN DIRETTA
De Corato: "Gilet arancioni multati perché Carc no?"
Cronaca
Oggi 31-05-20, 19:09

De Corato: "Gilet arancioni multati perché Carc no?"

"Visto che le autorità stanno multando i gilet arancioni, che hanno manifestato ieri mattina, perché non si procede analogamente con i Carc - responsabili di un violento attacco al presidente Fontana - che mercoledì scorso hanno sfilato senza autorizzazioni da piazzale Lagosta fin sotto il Palazzo della Regione?". Lo afferma lassessore lombardo alla Sicurezza, all’immigrazione e alla polizia locale, Riccardo De Corato.
“Il divieto di assembramento? Viola la Costituzione”. Becchi sta col generale Pappalardo
Oggi 31-05-20, 19:07

“Il divieto di assembramento? Viola la Costituzione”. Becchi sta col generale Pappalardo

L'espressione che sinora è stata più usata in relazione al pericolo del contagio è «distanziamento sociale». Tutti noi abbiamo sperimentato e sperimentiamo ancora cosa questo significhi. Per non contagiare c'è bisogno di un preservativo specifico, la «mascherina», ma neppure questa per il nuovo virus - a differenza di quanto il preservativo vero faceva per l'Hiv - basta. Ci vuole almeno un metro di distanza tra i corpi. Anche un bacio con la mascherina tra fidanzati o un abbraccio sono vietati perché non è stato rispettato il metro di distanza. Lavorare in fabbrica con la mascherina alla lunga creerà problemi di salute agli operai, ma pazienza questa è la vita. E non basta ancora: i corpi non sono liberi di spostarsi neppure mantenendo la distanza.     Non posso andare da Genova a Milano da solo in macchina se non con permessi speciali. Le assurdità di queste disposizioni, tanto più quando l'emergenza è inesistente, sono evidenti. E non è il caso di insistervi ulteriormente. È passato invece in secondo piano un aspetto più specifico del distanziamento: l'assembramento. Vietato ovviamente allo stesso modo del distanziamento. E se il distanziamento sociale limita, certamente, la libertà personale, la libertà di movimento e di circolazione, l'assembramento viola in modo diretto l'art. 17 della Costituzione, che stabilisce che «i cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi. Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non è richiesto preavviso». Questo diritto fondamentale violato lo hanno chiamato «assembramento», così l'art. 1 del Dpcm del 9 Marzo scorso, che dispone: «sull'intero territorio nazionale è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico». Non hanno detto "riunione", per due ragioni: da una parte, per rendere meno immediato, agli occhi delle persone, il fatto che, con tale disposizione, ad essere limitato è un diritto fondamentale previsto dalla Costituzione; dall'altra, perché, rispetto a «riunione», «assembramento» veicola il significato - negativo - di «affollamento», di qualcosa di disordinato e di pericoloso. Ma, giuridicamente, vietare «ogni forma di assembramento» significa vietare ogni forma di riunione. Se ci si pensa, è un divieto ancora più lesivo di quello del distanziamento. Potremmo definirla la «strategia della tensione sanitaria». E con 33mila morti circa sta avendo successo. Nel distanziamento io sono obbligato a tenere le distanze da altri individui; nel divieto di assembramento non bastano neppure le distanze e neppure l'uso della mascherina. Il soffocamento della libertà di riunirmi con più cittadini per manifestare il dissenso non riesce neppure a nascondersi dietro il pericolo del contagio. È un controllo totale sulla vita pubblica dei cittadini. Dalla sua il governo può sempre dire che questo viene paternalisticamente fatto «per il bene dei cittadini», meno comprensibile è che le opposizioni abbiano accettato senza grandi proteste le violazioni delle libertà individuali che ci sono state e continuano in parte ad esserci, compresa questa ultima. Fino a quando potrà continuare questa situazione? Anche la campagna elettorale in vista delle elezioni regionali di settembre sarà subordinata al divieto di assembramento in tutti i luoghi pubblici? Saranno ammesse manifestazioni a condizioni che si evitino contatti e solo se in «forma statica» e dunque senza cortei, come previsto dalle leggi fasciste di pubblica sicurezza del 1931? A questo siamo letteralmente tornati. Che dire? Possiamo solo sperare che alla soglia dell'invivibilità irrompa spontaneamente la necessità di vivere e non solo di sopravvivere. Possiamo solo sperare in atto collettivo liberatorio da regole fasciste che sono una offesa alla democrazia.
TGCOM24-Fase 3:nuovo vademecum da rispettare a partire dal 3 giugno - casanapoli.net
Oggi 31-05-20, 19:06

TGCOM24-Fase 3:nuovo vademecum da rispettare a partire dal 3 giugno - casanapoli.net

TGCOM24-Fase 3:nuovo vademecum da rispettare a partire dal 3 giugno  casanapoli.net
Thuram esulta inginocchiandosi per George Floyd. VIDEO
Oggi 31-05-20, 19:06

Thuram esulta inginocchiandosi per George Floyd. VIDEO

L'attaccante del Borussia Moenchengladbach, figlio dell'ex difensore di Juve e Parma, ha voluto dedicare il gol del momentaneo 2-0 all'Unione Berlino (partita poi vinta 4-1) a George Floyd, il cittadino afroamericano rimasto ucciso durante un arresto a Minneapolis. Dopo il gol, Thuram si è inginocchiato in segno di rispetto per Floyd e di protesta per il razzismo, rimanendo per qualche secondo in solitaria riflessione PADERBORN-BORUSSIA LIVE
Pentecoste: il Recovery Fund, divino, di Francesco.  “Peggio di questa crisi, c’è solo il dramma di sprecarla”
Oggi 31-05-20, 19:02

Pentecoste: il Recovery Fund, divino, di Francesco.  “Peggio di questa crisi, c’è solo il dramma di sprecarla”

Il Recovery Fund di un Pontefice, o fondo divino di recupero, si chiama Pentecoste. Giunge ogni anno puntuale, cinquanta giorni dopo Pasqua e mai, tuttavia, come stavolta immedesima e attaglia Bergoglio nei panni dell’apostolo Pietro, chiamato a uscire, insieme ai suoi compagni, dal lockdown e rifugio del cenacolo. Determinato a offrire pubblica evidenza del proprio soft power e impegnato nel ricondurre ad unum la diversità d’interessi, strategici, e riflessi, psicologici, delle genti a cui si rivolge. In un groviglio drammatico, acrobatico di pandemia e pan-depressione dell’economia, guerre commerciali e querelle culturali, scontro di civiltà e incremento della povertà, discesa del PIL ed escalation della tensione, interna e internazionale, sulle piazze della Gerusalemme globale.“Siamo Parti, Medi, Elamiti, abitanti dell’Asia e del Ponto, stranieri di Roma, ebrei e proseliti, ma li sentiamo parlare nelle nostre lingue …”Il soft power della Chiesa, preziosa risorsa che molti le invidiano, è un concentrato fluido di spazio e tempo, utopia e profezia. Estratto dal corpo del mondo e sublimato in simboli. Veritativi e attrattivi. Durevoli e duttili. Universali e sacrali. Una goccia residua di acqua e sangue che stilla dal costato, trafitto e a lutto, della primavera mancata. Martoriata dall’assalto del virus.Geopolitica pura. Rivestita di paramenti liturgici, celebrativi. Ma elaborata su parametri analitici, esplorativi. E distillata in pronunciamenti sintetici, ultimativi: “Senza visione d’insieme non ci sarà futuro per nessuno”.La “fase due” del Papa era del resto partita subito, già il 12 aprile, Domenica di Pasqua. Ieratica e pragmatica, impetrando e invocando dai governi della UE una “soluzione innovativa”, durante il discorso Urbi et Orbi: una estensione onnicomprensiva, plenaria ergo finanziaria, del concetto d’indulgenza. Distinguo eurocentrico ma in realtà cosmopolita, presago dell’effetto che l’implosione del continente potrebbe ripercuotere sul prosieguo del ventunesimo secolo, aprendo un buco nero e risucchiandovi tout azimut l’orizzonte “del mondo intero”. Indietro, sino al punto più oscuro del Novecento, additando e agitando il fantasma di un tragico ritorno al passato.Tema e percorso ripresi la Domenica successiva, festa della “misericordia”, convertita nella circostanza in categoria economica, per iniettare anticorpi egalitari nelle società infettate dal Covid (“Il rischio è che ci colpisca un virus ancora peggiore, quello dell’egoismo) e cogliervi l’opportunità di un riassetto epocale, in coincidenza con il quinto anniversario di Laudato si’ e in prospettiva del summit del 21 novembre ad Assisi sulla “Economy of Francis”: l’anti Davos e vaccino “istituzionale” di Bergoglio, eretico e trasgressivo del dogma di mercato. Interpretando e applicando alla lettera gli Atti degli Apostoli, quale antidoto redistributivo e terapia d’urto davanti al rapido ed esiziale, ripido ed esponenziale aumento della disuguaglianza: “Vendevano le loro proprietà e sostanze e le dividevano con tutti. Non è ideologia, è cristianesimo”.Nella Chiesa di Santo Spirito, quel giorno Francesco ha profeticamente, pragmaticamente switchato dall’ora buia “quaresimale” a quella chiara, neokeynesiana e candidamente statalista della Pentecoste, associando arditamente due simbolismi.Da un lato la “grazia”: un capitale, provvidenziale di start-up, dispensato agli apostoli dall’alto, al di sopra delle loro possibilità, per integrare il gap, a seguito del deperimento - isolamento indotto dallo shock del Calvario: “Dio sa che per camminare abbiamo bisogno di essere rimessi in piedi”.Dall’altro il Recovery Fund o Piano Marshall che dir si voglia, rimanendo all’attualità politica o attingendo alla profondità storica: una riserva di gratuità e assunzione di responsabilità per conto altrui, che ogni potenza deve essere in grado di corrispondere, all’occorrenza, in frangente di crisi, a interesse dilazionato, se non a costo zero, quale canone obbligatorio e ingrediente indispensabile del proprio status, per ridurre la disparità con i partner e non esasperare la rivalità con i competitor.Da un lato, ancora, il “dono delle lingue”, che allarga orizzontalmente ma non omologa, né appiattisce uniformemente il paesaggio e sancisce, in modalità poliglotta, il passaggio dalla dimensione locale a quella universale della evangelizzazione.Dall’altro il soft power, cioè la fascinazione, verticale ma non verticistica, che una leadership deve saper infondere in alleati ed avversari, al netto dell’interesse nazionale, per coinvolgerli nell’attuazione, e attrazione, di un progetto comune super partes.L’obiettivo “a doppia enciclica”, enunciato in Caritas in Veritate, nel 2009, da Benedetto XVI e rilanciato in stereo da Francesco, in Laudato si’, nel 2015, consiste in un’ascensione – solennità propedeutica, collegata organicamente alla Pentecoste – o upgrade istituzionale verso un “governo mondiale dell’economia”.Unica via e metodologia per arginare la dimensione transnazionale della tecno - finanza, che “tende a dominare la politica”, equiparata ormai a una specie in procinto di estinguersi. Esautorando gli stati e trasformandoli gradualmente in gusci vuoti e “sistemi uniformanti” di decisioni prese altrove.“Il problema è che non disponiamo ancora della cultura necessaria per affrontare questa crisi e c’è bisogno di costruire leadership che indichino strade … prima che le nuove forme di potere derivate dal paradigma tecno - economico finiscano per distruggere non solo la politica, bensì la libertà e la giustizia”.Dunque la cultura, segnatamente. Più delle portaerei e delle basi navali, del PIL e della bilancia commerciale, la capacità di elaborare una visione unitaria del pianeta costituisce il lievito e il volano, il segreto e l’elisir di lunga vita di un impero. “Il mondo ci vede di destra e di sinistra, conservatori e progressisti, con questa ideologia, con quest’altra. Lo Spirito ci vede del Padre e di Gesù”.Un asset ereditario che oggi restituisce centralità, nella congiuntura postideologica e patologica del corona virus, alla figura del Romano Pontefice. Dilatandone il messaggio taumaturgico ma sottoponendolo al tiraggio, traumatico, di Stati Uniti e Cina, dentro al recinto di un mondo a polarizzazioni multiple, viepiù cronicizzate. Tra i Nord e i Sud. Tra gli Est e gli Ovest. Dove Donald Trump e Xi Jin Ping debbono risalire la china della perdita di stabilità e consenso in cui Covid 19 ha inopinatamente precipitato entrambi, mettendo d’emblée in forse l’autorevolezza e di conseguenza il prolungamento della loro autorità. Con l’aggravante delle rivolte interne, da Hong – Kong a Minneapolis.A prescindere dal rimedio specifico, che la scienza comunque troverà, il virus ha rivelato infatti e portato allo scoperto, agli occhi di Bergoglio, “un’assenza d’immunità culturale, spirituale davanti ai conflitti”. Una sindrome che colpisce l’umanità contemporanea e rende l’impegno nel laboratorio d’ingegneria istituzionale altrettanto necessario di quello per la cura dell’epidemia.“Niente sarà più come prima. O sarà qualcosa di nuovo, o sarà molto peggio del solito”. Parole che pronunciate alla vigilia di Pentecoste risuonano amletiche, oltre che profetiche, alla stregua di un essere non essere.Così all’improvviso la piazza si restringe, convergendo in crinale. Un tornante che seziona e seleziona, come un quiz a eliminazione. Una torre sulla quale ascendono, e cadono, i leader. Fallendo la prova e rimanendo in pochi, alla fine, a discernere “la voce del vento, che soffia dove vuole … ma non sai da dove viene, né dove va”.
Silvio Berlusconi: "Assurdo non chiedere il Mes"
Oggi 31-05-20, 19:02

Silvio Berlusconi: "Assurdo non chiedere il Mes"

L'appello rivolto da Confindustria al governo, ossia quello di convogliare al meglio i fondi provenienti dall'Unione Europea, viene sottoscritto e ribadito con forza anche da Silvio Berlusconi e dal suo partito.Il leader di Forza Italia ha affermato di essersi "battuto molto con i colleghi leader europei nel Partito popolare europeo, affinchè l'Europa facesse la sua parte nell'aiutare l'Italia di fronte alla pandemia. Con Antonio Tajani e gli altri rappresentanti di Forza Italia ci siamo impegnati in un grande lavoro di contatti per portare il Parlamento europeo ad esprimersi in una serie di votazioni nella direzione di un impegno solidale dell'Europa".In un'intervista rilasciata su "La Stampa", il presidente di Confindustria Carlo Bonomi aveva lanciato un appello al Paese in merito alla questione, chiedendo un'attenta gestione. "Dopo il via libera al Fondo europeo da 750 miliardi leggo le reazioni dei politici, e ho l'impressione che come al solito ci sia la tendenza a far credere agli italiani che finalmente abbiamo risolto tutti i nostri guai. Non è vero, e la politica ha il dovere di dirlo. Non è vero che i 172 miliardi, ammesso che restino tali dopo il negoziato tra gli Stati, ci arriveranno in tasca per default ", ha ammonito Bonomi, come riportato da Nova. "La svolta decisa a Bruxelles è importante", ha aggiunto, "ma la strada è ancora lunga e tortuosa. Intanto non possiamo far credere alla gente che useremo quei soldi per fare spesa corrente, nella convinzione che ormai con la formula degli 'aiuti a fondo perduto' sono saltati tutti i vincoli europei. Viceversa, noi dovremo presentare alla Commissione un piano di riforme credibili e rigorose, se no quei miliardi non li vedremo mai. Ammesso e non concesso che a settembre saremo in grado di presentare il piano delle riforme", ha concluso il presidente di Confindustria, "i fondi arriveranno un po' alla volta, in base a quelle che di volta in volta dimostreremo di aver avviato e poi attuato. Ed è proprio per questo che mi preoccupo, conoscendo la politica italiana".Silvio Berlusconi segue la linea tracciata dagli industriali."Non posso che sottoscrivere gli appelli lanciati da Confindustria e dalle altre categorie produttive. Dobbiamo utilizzare al meglio tutte le risorse che l'Europa ci mette a disposizione. Penso in particolare ai fondi del Meccanismo europeo di stabilità (Mes), che sarebbe assurdo non richiedere, visto che abbiamo la possibilità di finanziarci con un tasso vicino allo zero. Con quelle risorse possiamo investire nella sanità anche per non arrivare impreparati ad una eventuale seconda ondata della pandemia in autunno", aggiunge ancora il leader di Forza Italia."Potremo costruire nuovi ospedali, ammodernare quelli esistenti", spiega,"realizzare dipartimenti sanitari nelle case di riposo per anziani e nelle carceri, investire di più nella ricerca, assumere più medici e più infermieri e pagare di più quelli che già lavorano, potremo occuparci delle persone la cui salute è a rischio e di chi si trova in una situazione di grave povertà"."Tutto questo naturalmente significa anche effettuare investimenti che mettano in moto importanti settori produttivi, dall'edilizia all'industria farmaceutica. Quanto al Recovery fund, si tratta di vigilare affinchè il Consiglio europeo confermi quanto deciso dalla Commissione", dice in conclusione Berlusconi. "Se questo accadrà, come mi auguro sarà fondamentale che queste risorse, che sono il doppio di quanto stanziato fin qui dal governo Conte, non diventino spesa assistenziale o clientelare, ma garantiscano la liquidità al sistema produttivo per ripartire in una logica di investimenti e di mercato".
Usa: Trump rinvia il G7 dopo forfait della Merkel e invita anche la Russia
Estero
Oggi 31-05-20, 19:02

Usa: Trump rinvia il G7 dopo forfait della Merkel e invita anche la Russia

Il presidente Usa vuole discutere della Cina con gli alleati
Coronavirus, Zangrillo: “Clinicamente non esiste più”. Tre mesi fa il panico era colpa dei giornalisti
Cronaca
Oggi 31-05-20, 19:01

Coronavirus, Zangrillo: “Clinicamente non esiste più”. Tre mesi fa il panico era colpa dei giornalisti

★ “Clinicamente il nuovo coronavirus non esiste più”. A sostenerlo è Alberto Zangrillo, direttore terapia intensiva del San Raffaele di Milano, intervenuto a 1/2 ora in più. “Circa un mese fa sentivamo epidemiologi temere a fine mese-inizio giugno una nuova ondata e chissà quanti posti di terapia intensiva da occupare. In realtà il virus dal punto […] L'articolo Coronavirus, Zangrillo: “Clinicamente non esiste più”. Tre mesi fa il panico era colpa dei giornalisti proviene da Il Fatto Quotidiano.
Al Bano: «Ho una pensione di 1.470 euro, senza concerti posso vivere solo un anno»
Moda
Oggi 31-05-20, 19:01

Al Bano: «Ho una pensione di 1.470 euro, senza concerti posso vivere solo un anno»

Il cantante in una lunga intervista su Diva e Donna ha raccontato la sua situazione. Il lockdown a Cellino ha bloccato tutte le entrate. E il futuro si prospetta problematico
Grecia apre anche all'Italia ma test dalle zone 'a rischio'
Oggi 31-05-20, 19:00

Grecia apre anche all'Italia ma test dalle zone 'a rischio'

Quarantena per chi arriva dall'Emilia, dalla Lombardia, dal Piemonte, dal Veneto
Paderborn-Borussia Dortmund 0-0, risultato in diretta LIVE: palla gol Brandt
Oggi 31-05-20, 19:00

Paderborn-Borussia Dortmund 0-0, risultato in diretta LIVE: palla gol Brandt

Haaland out dai convocati: torna Sancho dal primo minuto. Il Paderborn è ultimo in classifica a caccia di punti salvezza. Prima chance proprio per i padroni di casa con l'occasione per Antwi-Adjei. Poi pericolosi anche Hazard e Guerreiro. Nel finale spreca tutto Brandt. La diretta su Sky Sport Uno e Sky Sport Football
Coldiretti, persi 31 milioni di presenze turistiche a maggio - TGCOM
Oggi 31-05-20, 19:00

Coldiretti, persi 31 milioni di presenze turistiche a maggio - TGCOM

Coldiretti, persi 31 milioni di presenze turistiche a maggio  TGCOM
Coronavirus: stop ancora alle maratone. Riparte solo l'atletica in pista
Sport
Oggi 31-05-20, 18:59

Coronavirus: stop ancora alle maratone. Riparte solo l'atletica in pista

Nei giorni scorsi nel Consiglio Federale Fidal varato il nuovo calendario per atletica in pista 2020, ma non si è parlato di attività ‘no stadia’, ovvero il running su strada ancora bloccato dal coronavirus
Milano, dal Comune 2,5 milioni di euro per nidi e asili privati
Oggi 31-05-20, 18:58

Milano, dal Comune 2,5 milioni di euro per nidi e asili privati

Il Comune di Milano approva una delibera per distribuire 2,5 milioni di euro a scuole private (Prima Infanzia, Micronidi, Nidi d’Infanzia e Nidi Famiglia) colpite dalla crisi economica a causa della pandemia di coronavirus. Nei prossimi giorni il bando per l'assegnazione: risorse che arriveranno dal Fondo di Mutuo Soccorso.Continua a leggere