Quotidiani nazionali

Lucisano Media Group, nel 2019 utile a 2,3 milioni
Economia
Oggi 30-03-20, 20:45

Lucisano Media Group, nel 2019 utile a 2,3 milioni

(Teleborsa) - Lucisano Media Group chiude l'esercizio 2019 con ricavi e proventi operativi per 38 milioni di euro, in aumento del 2,3% rispetto all'esercizio 2018. L'EBITDA aumenta dell'1,4% a 13,4...
EssilorLuxottica, Paul du Saillant sostituisce Vacherot. Dividendo al vaglio
Economia
Oggi 30-03-20, 20:45

EssilorLuxottica, Paul du Saillant sostituisce Vacherot. Dividendo al vaglio

(Teleborsa) - Il Consiglio di Amministrazione di EssilorLuxottica, riunitosi oggi, ha cooptato Paul du Saillant come nuovo amministratore al posto di Laurent Vacherot, in precedenza CEO di Essilor...
Speranza: «Misure estese fino a Pasqua»  Soldi per gli aiuti,  le cifre per ogni Comune
Cronaca
Oggi 30-03-20, 20:40

Speranza: «Misure estese fino a Pasqua»  Soldi per gli aiuti, le cifre per ogni Comune

Tutti gli aggiornamenti sulla diffusione di Covid-19 di lunedì 30 marzo
Coronavirus,Burioni frena: "Presto per cantare vittoria"
Oggi 30-03-20, 20:40

Coronavirus,Burioni frena: "Presto per cantare vittoria"

Cala il numero di contagi, crescono i guariti e diminuiscono anche gli accessi dei pazienti in terapia intensiva: che il nuovo coronavirus abbia finalmente concesso una tregua all'Italia? A detta di Roberto Burioni è ancora presto per cantare vittoria.Il virologo ha richiamato tutti alla calma, e lo ha fatto con un paio di annotazioni sui dati sulla diffusione del Covid-19 diramati oggi dalla Protezione civile: "1) attenti all' 'effetto domenica', i laboratori non lavorano a pieno regime 2) il dato rilevante è il calo dei ricoveri e delle ammissioni in terapia intensiva".In altre parole, sottolinea Burioni, le cifre del lunedì possono essere minori rispetto a quelle degli altri giorni perché cadono nel primo giorno lavorativo post week end, cioè quando i laboratori lavorano a un ritmo meno sostenuto.Dando uno sguardo ai dati diffusi da Youtrend, notiamo come tutti i lunedì del mese di marzo abbiano sempre segnato una diminuzione (o un contenimento) dei casi, se confrontati con i giorni precedenti. Solitamente, nei bollettini immediatamente successivi si è poi registrato un aumento dei contagi.Se il dimezzamento dei contagi odierno (siamo passati in 24 ore da +3815 infetti a +1590) non deve ingannare i cittadini, c'è un altro valore per il quale vale la pena esultare con cautela. Si tratta del calo dei ricoveri, sia ospedalieri che in terapia intensiva. Questo dato, come ha detto anche Burioni, è molto importante.Eppure, occhio a non farsi ingannare dalle statistiche. È possibile infatti che una contrazione del genere possa essere collegata a un elevato numero di persone che sfuggono dai controlli ufficiali. Insomma, la battaglia è ancora lunga e il nuovo coronavirus non è affatto sconfitto."Senza passi affrettati - ha aggiunto Burioni su Twitter - dobbiamo cominciare a pensare al futuro. La scienza può dire che servono mascherine, test a tappeto, tracciamento dei contatti e cercare nuove cure. Farci trovare preparati alla ripresa spetta però alla politica e non alla scienza".Il commento dell'OmsNotizie che fanno ben sperare arrivano anche da Ginevra, dove nel consueto briefing dedicato all'emergenza provocata dal nuovo coronavirus, l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha parlato, tra l'altro, anche dell'Italia.In particolare, secondo l'Oms, il conteggio dei casi in Italia e Spagna si sta potenzialmente stabilizzando, ma non è tempo di allentare le misure contro la pandemia di Covid-19. Anzi: "Serve raddoppiare gli sforzi dei sistemi sanitari e focalizzarci su come spingere in basso il numero fino ad azzerarlo"."Se si pensa che il lockdown in Italia è in vigore da 2-3 settimane - ha specificato Michael Ryan, direttore per le emergenze all'Oms - a diversi livelli, e se ci basiamo sull'esperienza di quanto avvenuto in Cina e non per forza su modelli matematici, dovremmo iniziare a vedere una stabilizzazione" dei nuovi casi di contagio, "perché quello che osserviamo adesso è il risultato dell'esposizione al virus avvenuta due settimane fa".
Migranti, il grido di Atene: "Da Erdogan un attacco pianificato all'Europa"
Oggi 30-03-20, 20:39

Migranti, il grido di Atene: "Da Erdogan un attacco pianificato all'Europa"

"Non si tratta di movimenti spontanei, ma di un attacco pianificato contro la Grecia e l'Europa". Il governo di Atene da settimane sta facendo i conti con la più grande ondata di profughi dal 2015. Respingimenti, tensioni e scontri si sono verificati lungo il fiume Evros, che segna il confine tra Grecia e Turchia e al largo delle isole dell'Egeo. E ora il ministro degli Esteri Nikos Dendias, in un'editoriale pubblicato sul Financial Times, torna all'attacco contro il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan.La Turchia, accusa il ministro greco, sta usando la "diplomazia dell'estorsione" e strumentalizza i migranti per ottenere più fondi dall'Europa. L'obiettivo di Ankara, secondo il politico conservatore di Nea Dimokratia, è quello di realizzare il proprio piano "neo ottomano" nel nord della Siria ed oltre. "L'accordo politico del marzo del 2016 tra Ue e Turchia", scrive Dendias, "ha portato ad una riduzione considerevole degli arrivi dalla Turchia in Europa". "E - aggiunge - ha dimostrato che la Turchia è capace di controllare il flusso di migranti e rifugiati".Il ministro degli Esteri di Atene accusa quindi la Turchia di non essersi attenuta agli impegni ma, anzi, di aver "legato" l'accordo con l'Unione alle proprie mire espansionistiche in Medio Oriente e non solo. Ankara vuole "più fondi" da Bruxelles, accusa Dendias. Per questo, "dopo le perdite subite dalla Turchia ad Idlib il mese scorso", il presidente turco "è venuto meno unilateralmente alle sue responsabilità" ed ha "aperto le porte a tutti quelli che cercano un futuro migliore in Europa".I migranti, per il ministro di Atene, sarebbero stati usati come "pedine" nel tentativo di "ricattare l'Unione europea". "La stessa Unione - aggiunge Dendias - alla quale la Turchia vorrebbe aderire". "La Grecia - racconta il ministro nel suo contributo - si è trovata a fare i conti con una pressione improvvisa, massiva ed organizzata ai suoi confini orientali". Secondo la ricostruzione del capo della diplomazia di Atene sarebbe stato il governo turco ad incoraggiare migliaia di persone ad imbarcarsi sugli autobus in partenza da Istanbul verso il confine greco, garantendo loro che avrebbero trovato i confini aperti.Dendias parla di famiglie con bambini, ma anche di "gruppi organizzati di giovani", ammassati alla frontiera con la complicità delle autorità turche, "nonostante la Grecia avesse detto chiaramente che non sarebbe stato tollerato alcun attraversamento illegale". Il resto è cronaca. La cronaca delle scene di guerriglia tra i migranti e le guardie di frontiera di Atene filmata dalle telecamere di mezzo mondo."Le forze di sicurezza turche li hanno incoraggiati, o, nella migliore delle ipotesi hanno chiuso un occhio", denuncia il ministro.Dendias precisa inoltre come nessuno dei profughi arrivati sull'Evros fosse in fuga da Idlib. "Il 60 per cento dei rifugiati arrestati per aver attraversato la frontiera illegalmente erano afghani", scrive sul Financial Times. I siriani? "Soltanto il dieci per cento, e risultavano residenti da anni in Turchia". La tesi di Atene, quindi, è che "non si è trattato di un evento spontaneo, ma di un attacco pianificato contro la Grecia e l'Europa". "Sull'Evros abbiamo protetto i nostri confini", rivendica il ministro.Quella di Atene, sottolinea, "è stata una risposta legittima alle provocazioni turche". Il grazie del ministro va infine all'Europa che si è spesa per resistere a quella che la Grecia definisce "un'estorsione". Sì all'accoglienza dei migranti, è la riflessione finale, ma senza cedere "alle minacce o ai ricatti".Intanto, ad imporre una tregua è la pandemia. Venerdì scorso centinaia di persone che da settimane erano accampate a ridosso del confine sono state portate via dalle autorità turche per prevenire i contagi. L'Oxfam e il Greek Council for Refugees (GCR), però, lanciano l'allarme sulle condizioni di altri 40mila richiedenti asilo che sono bloccati nei campi profughi allestiti nelle isole dell'Egeo. Qui, secondo le due organizzazioni, ci sarebbe un rischio concreto della diffusione del coronavirus.
Morto Franco Crepax, discografico che lanciò Gaber e Jannacci
Cultura e Spettacolo
Oggi 30-03-20, 20:36

Morto Franco Crepax, discografico che lanciò Gaber e Jannacci

Fratello del disegnatore Guido Crepax e padre di Valentina, che ispirò l’eroina del celebre fumetto, era da tempo malato. Era nato nel 1928 a Milano
"Conte sospende libertà e va bene, Orban ottiene pieni poteri ed è un dittatore?": Becchi, cosa non torna sulla logica europea
Oggi 30-03-20, 20:36

"Conte sospende libertà e va bene, Orban ottiene pieni poteri ed è un dittatore?": Becchi, cosa non torna sulla logica europea

Viktor Orban ha ottenuto i pieni poteri grazie alla votazione favorevole del Parlamento e si prepara ad esercitarli a tempo indeterminato, ovvero fino a quando l'emergenza coronavirus lo renderà necessario. In Ungheria il primo ministro si è quindi assunto la piena responsabilità della situazione, ma ha fatto storcere il naso a molti, tanto che è stato lanciato un appello all'Unione europea affinché quest'ultima si opponga ai poteri assoluti di Orban. “La commissione sta valutando le misure di emergenza adottate dagli Stati membri in relazione ai diritti fondamentali - ha dichiarato Didier Reynders, commissario europeo per la giustizia - in particolare per il caso della legge votata oggi in Ungheria”. Paolo Becchi ha commentato la vicenda dell'Ungheria e il conseguente intervento di Bruxelles: “Conte fa quello che vuole chiudendo di fatto il Parlamento e sospendendo con i suoi decreti libertà fondamentali e va bene. Orban chiede al Parlamento e ottiene a larga maggioranza poteri speciali per affrontare l'emergenza e sarebbe un dittatore. Che logica è?”. 
Coronavirus; Cairo: "Campionato finito". Tare: "No, va concluso"
serie-a
Oggi 30-03-20, 20:35

Coronavirus; Cairo: "Campionato finito". Tare: "No, va concluso"

Il presidente del Toro: "Non si può ripartire prima di fine giugno. Se terminiamo ad agosto poi ricominciamo a novembre?". Il ds della Lazio ribatte: "Giusto riprendere per rispetto di morti e tifosi". Slitta la riunione tra Lega e Aic sugli stipendi
Coronavirus, Borrelli: 'Più di 6 mila denunciati inun giorno, state a casa'
Oggi 30-03-20, 20:33

Coronavirus, Borrelli: 'Più di 6 mila denunciati inun giorno, state a casa'

Ognuno di noi deve rispettare le indicazioni delle autorità, dobbiamo seguire l'indicazione di rimanere a casa e uscire solo per lo stretto …
Coronavirus, Locatelli: 'Riaperture? Credo sia ancora tempo di misure stringenti ma la decisione spetta al premier'
Oggi 30-03-20, 20:33

Coronavirus, Locatelli: 'Riaperture? Credo sia ancora tempo di misure stringenti ma la decisione spetta al premier'

"Stiamo andando nella direzione giusta e non dobbiamo minimamente cambiare strategia", afferma il presidente del Consiglio superiore di sanità, …
Il virus rallenta la corsa  Dimezzato l’aumento  dei contagiati, più guariti Il bollettino del 30 marzo
Salute
Oggi 30-03-20, 20:32

Il virus rallenta la corsa Dimezzato l’aumento  dei contagiati, più guariti Il bollettino del 30 marzo

I dati della Protezione civile aggiornati al 30 marzo
Virus, Roberti: “Mafie pronte, come dopo il sisma del ’80. Pacchi di pasta per fare proselitismo prima di infiltrarsi nelle aziende”
Altro
Oggi 30-03-20, 20:32

Virus, Roberti: “Mafie pronte, come dopo il sisma del ’80. Pacchi di pasta per fare proselitismo prima di infiltrarsi nelle aziende”

L'ex procuratore nazionale antimafia e attuale eurodeputato del Pd lo aveva già detto una settimana fa: "Il bisogno di soldi sarà un'emergenza, come lo sono l'ossigeno e i posti in terapia intensiva". Oggi spiega a ilfattoquotidiano.ut: "Siamo in un’economia di guerra. Simile all’economia post terremoto di quarant'anni fa in Irpinia, la criminalità vorrebbe approfittarne. La solidarietà, lo stare vicini alla gente, è sempre stata una caratteristica dei clan campani. E stavolta può essere funzionale a creare proselitismo e complicità con il settore economico-imprenditoriale" L'articolo Virus, Roberti: “Mafie pronte, come dopo il sisma del ’80. Pacchi di pasta per fare proselitismo prima di infiltrarsi nelle aziende” proviene da Il Fatto Quotidiano.
Virus, l’Anticrimine: a fine emergenza le imprese saranno in crisi di liquidità, mafie pronte a infiltrarsi con soldi sporchi nei circuiti legali
Altro
Oggi 30-03-20, 20:31

Virus, l’Anticrimine: a fine emergenza le imprese saranno in crisi di liquidità, mafie pronte a infiltrarsi con soldi sporchi nei circuiti legali

Una nota inviata dalla Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato chiede ai questori di indagare sugli scenari economici dei territori perché le organizzazioni criminali vogliono recitare un ruolo da protagonista quando l'epidemia sarà passata e si tratterà di far ripartire l'economia: particolare attenzione su ortofrutticolo, grande distribuzione, sanità e turismo L'articolo Virus, l’Anticrimine: a fine emergenza le imprese saranno in crisi di liquidità, mafie pronte a infiltrarsi con soldi sporchi nei circuiti legali proviene da Il Fatto Quotidiano.
Brunello Cucinelli, presentate liste candidati CdA e Collegio sindacale
Economia
Oggi 30-03-20, 20:30

Brunello Cucinelli, presentate liste candidati CdA e Collegio sindacale

(Teleborsa) - In vista dell'Assemblea del 23 aprile, Brunello Cucinelli comunica che sono state depositate due liste per la nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale. La prima...
Coronavirus Vaticano: positivo il cardinale vicario ?del Papa per la diocesi di Roma
Oggi 30-03-20, 20:29

Coronavirus Vaticano: positivo il cardinale vicario ?del Papa per la diocesi di Roma

Positivo al coronavirus il cardinale vicario generale del Papa. Il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Roma, la diocesi del Papa, «dopo la manifestazione di alcuni sintomi,...
«I ritardi nell’estendere  i tamponi sono costati vite e ricoveri. Bene solo il Veneto»
Salute
Oggi 30-03-20, 20:28

«I ritardi nell’estendere  i tamponi sono costati vite e ricoveri. Bene solo il Veneto»

L’ex rettore dell’Università di Trento, Davide Bassi: «Il tempo sprecato è costato molte perdite che si sarebbero potute evitare. Bene solo il Veneto. All’inizio bisognava essere molto veloci nel prendere decisioni, adesso dobbiamo essere molto cauti»
Cairo: «Il governo faccia molto di più, servono misure per 300 miliardi»
Economia
Oggi 30-03-20, 20:28

Cairo: «Il governo faccia molto di più, servono misure per 300 miliardi»

L’editore a Radio Rai: per ripartire piano in 3 punti: liquidità, posticipo delle tasse e piano di investimenti. «Draghi? No a cambi di governo nella crisi, ma ci può aiutare»
Alexis FFrench, il piano pop della classica: «Per me non c’è differenza tra Bach e Stevie Wonder»
Cultura e Spettacolo
Oggi 30-03-20, 20:28

Alexis FFrench, il piano pop della classica: «Per me non c’è differenza tra Bach e Stevie Wonder»

Il compositore inglese di origini giamaicane pubblica «Dreamland»: «La mia musica è libera, senza barriere, popolare nel miglior senso del termine»
Buoni spesa coronavirus: ecco i fondi per i comuni. 15 mln a Roma, 600 euro a micro-Comuni
Politica
Oggi 30-03-20, 20:26

Buoni spesa coronavirus: ecco i fondi per i comuni. 15 mln a Roma, 600 euro a micro-Comuni

Per aiuti alimentari 55 milioni alla Lombardia, 50 alla Campania. Il Comune di Vo', primo focolaio dell'epidemia, potrà aiutare chi è in difficoltà con 42mila euro, Codogno con 169mila euro
Ora Harvard boccia lItalia: "Così i politici hanno sottovalutato il virus"
Estero
Oggi 30-03-20, 20:26

Ora Harvard boccia lItalia: "Così i politici hanno sottovalutato il virus"

Alessandra Benignetti LHarvard Business Review, la rivista scientifica del celebre ateneo americano, boccia il "modello Italia". Dalla sottovalutazione del rischio, alle misure graduali e frammentate: ecco tutti gli errori del governo Conte Altro che “modello Italia”. Ora la Harvard Business Review, la rivista scientifica dell’omonimo ateneo statunitense, mette in guardia i politici europei ed americani e gli chiede di guardare al nostro Paese per capire quali sono gli errori da non commettere nell’affrontare l’emergenza coronavirus. Ed eccole le pecche del sistema italiano: sottovalutazione del rischio, frammentazione delle misure e delle risposte alla crisi. "Sfortuna" a parte, gli analisti di Harvard rimproverano al governo italiano di aver preso inizialmente sottogamba l’epidemia che sarebbe esplosa di lì a poco investendo il Paese come uno tsunami. Nonostante ci fosse l’esperienza cinese ad indicare la strada da percorrere, sottolineano gli esperti, c’è stato un "fallimento sistematico di assorbire ed agire sulla base delle informazioni esistenti in modo rapido ed efficace". I rischi sottovalutati Il meccanismo psicologico che è scattato lo scorso febbraio, secondo gli analisti, è stato quello di cogliere soltanto le informazioni "che confermano il nostro modo di vedere le cose o le nostre ipotesi iniziali". Insomma, le campagne pubbliche per dire no al razzismo, gli aperitivi, "Milano non si ferma", per Harvard sono state iniziative inopportune e non hanno fatto altro che spianare la strada al virus. Gli studiosi denunciano "lo scetticismo" sia da parte delle persone, sia da parte dei politici, "nonostante diversi scienziati continuavano a mettere in guardia sulla potenziale catastrofe". "A fine febbraio I politici italiani si stringevano le mani a Milano per sottolineare che non c’erano rischi e che l’economia non doveva fermarsi per via del virus, una settimana dopo uno di loro era positivo al Covid-19", si legge nell’articolo. Nel caso di una minaccia di questo tipo, al contrario, il tempismo "nell’interpretare rapidamente cosa sta accadendo" è fondamentale. Le misure graduali La seconda lezione che insegna la reazione italiana alla pandemia è "l’importanza di avere un approccio sistematico ed evitare soluzioni parziali". Secondo gli esperti i decreti del premier Giuseppe Conte, che hanno imposto una serie di progressive restrizioni, settimana per settimana, sono arrivati in ritardo rispetto alla crescita esponenziale del virus. Per dirla con le parole dei professori del celebre ateneo americano: "L’Italia ha seguito la diffusione del virus, piuttosto che prevenirla". Inoltre, l’approccio graduale di Palazzo Chigi, notano ad Harvard, avrebbe"inavvertitamente facilitato la diffusione". L’iniziale chiusura delle province del Nord, infatti, ha provocato la fuga di massa nel resto d’Italia, dicono gli esperti. Al contrario, scrivono, "una risposta efficace ha bisogno di essere sviluppata con un sistema di azioni coerenti adottate simultaneamente", come è successo in Cina ed in Corea del Sud. La frammentazione delle risposte Non solo, ad Harvard sottolineano come il governo abbia ignorato anche gli esempi virtuosi che aveva in casa. Il caso di studio è quello dell’approccio differente in Lombardia e Veneto. Nella regione del Nord Est è stato adottato "un approccio molto più proattivo al contenimento del virus", con una strategia più ampia che ha portato ad una riduzione del numero dei contagi. È il caso, ad esempio dell’estensione dei test anche agli asintomatici. Per gli analisti di Harvard il governo avrebbe dovuto tenere conto di queste intuizioni per aggiornare la strategia nelle altre regioni e a livello centrale. Ma questo, sottolineano, è stato fatto soltanto pochi giorni fa. E infine il problema della raccolta dei dati, altro punto debole della strategia italiana. All’inizio ci sono state poche informazioni, e ora sono poco precise. Insomma la lezione che secondo Harvard bisogna imparare dall’Italia è che "non c’è tempo da perdere, dato l’avanzamento esponenziale del virus". E la seconda è che per vincere la battaglia contro il Covid-19 serve "una mobilitazione da guerra sia in termini di risorse umane che di risorse economiche". Tag:  Covid-19 harvard Speciale:  Coronavirus focus
La preghiera dei defunti in tv, quella recita che appare stonata
Cultura e Spettacolo
Oggi 30-03-20, 20:26

La preghiera dei defunti in tv, quella recita che appare stonata

A «Live. Non è la d’Urso» la conduttrice e Matteo Salvini hanno recitato «L’eterno riposo». Con una ostentazione quanto meno fuori luogo
Coronavirus, è slittata la riunione Serie A-Assocalciatori
Sport
Oggi 30-03-20, 20:25

Coronavirus, è slittata la riunione Serie A-Assocalciatori

Slitta l'appuntamento fra la Lega Serie A e l'Assocalciatori per discutere degli stipendi dei calciatori alla luce della crisi generata dall'emergenza sanitaria del coronavirus. La Lega...
I nuovi dati della Lombardia:  42.161  positivi e 6.818 morti Fontana: casi  non più in salita
Milano
Oggi 30-03-20, 20:24

I nuovi dati della Lombardia:  42.161 positivi e 6.818 morti Fontana: casi non più in salita

I dati diffusi dalla Regione Lombardia aggiornati al 30 marzo: a Milano città 154 casi in più in un giorno
Pomeriggio5, il veterinario chiarisce luso della candeggina: "Ok due cucchiaini in un litro di acqua"
Cultura e Spettacolo
Oggi 30-03-20, 20:21

Pomeriggio5, il veterinario chiarisce luso della candeggina: "Ok due cucchiaini in un litro di acqua"

Paola Francioni Dopo le polemiche sullutilizzo della candeggina per la disinfezione delle zampe dei cani, a Pomeriggio5 il dottor Marco Melosi ha chiarito tutto e specificato che non è nociva se usata in concentrazione allo 0,05%, come lAmuchina Dopo un weekend in cui gli italiani si sono riscoperti (anche) veterinari, a Pomeriggio5 è intervenuto Marco Melosi, presidente dellAssociazione Nazionale dei Medici Veterinari Italiani - ANMVI. Il medico, uno dei massimi esperti in medicina veterinaria del nostro Paese, ha voluto chiarire il discorso fatto dal suo collega Enrico Zibellini lo scorso venerdì, che aveva innescato una pioggia di polemiche sullutilizzo della candeggina come disinfettante per le zampe dei cani. Barbara dUrso ha dato la parola a Melosi, che non ha rettificato il discorso fatto in precedenza ma ha ha aggiunto alcuni dettagli. La polemica è stata incentrata sulla sconvenienza e, secondo alcuni, pericolosità, di utilizzare la candeggina per la disinfezione delle zampe dei cani: "Il collega faceva riferimento a una diluizione della candeggina. Il messaggio che voleva portare ai proprietari degli animali è che il cloro è molto attivo nei confronti del virus", ha spiegato il medico, appoggiando la tesi dei disinfettanti a base di cloro. "Ovviamente, il cloro è una sostanza irritante e deve essere utilizzata a particolari diluizioni. Ad esempio, sui polpastrelli dei cani si possono impiegare prodotti come Amuchina spray, che ha una concentrazione dello 0,05%. Questo vorrebbe dire che due cucchiaini di candeggina in un litro di acqua danno la stessa concentrazione di cloro presente nellAmuchina", ha spiegato il dottor Marco Melosi. E le polemiche delle scorse ore? A quanto pare inutili. Il dottor Enrico Zibellini ha commesso la leggerezza di non specificare il grado di diluizione della candeggina durante il collegamento a Pomeriggio5 ma non ha commesso un errore nel consigliarne lutilizzo per igienizzare le zampe dei cani. Lo stesso Zibellini, ieri, ha pubblicato un post su Facebook nel quale ha chiarito la sua posizione: "Riconosco che ciò che è stato detto in trasmissione è un messaggio fraintendibile e potenzialmente pericoloso. [...] Ciò che intendo comunicare è che in altre circostanze non ci saremmo preoccupati di lavare con attenzione i nostri animali dopo una passeggiata. Ora lunica cosa che possiamo fare è usare il buon senso e applicare le norme igieniche comuni", ha scritto il medico prima di entrare nello specifico della sua affermazione fatta a Pomeriggio5. "Il suggerimento di utilizzare disinfettanti molto potenti, come clorexidina o candeggina, nasce dalla situazione di emergenza attuale e dalla quarantena che tutti noi stiamo vivendo [...] è stato incauto da parte mia suggerire in modo sbrigativo una formulazione a base di candeggina senza specificarne le dosi", ha quindi chiarito il dottor Melosi. Il dottor Marco Melosi, in collegamento con Barbara dUrso, ha quindi avvallato lutilizzo della candeggina ma con una concentrazione molto bassa in soluzione acquosa: "Il collega ha detto una cosa giusta, si è solo dimenticato di dire la diluizione." La conduttrice ne ha approfittato per ricordare che finora non sono ancora mai stati riscontrati casi di contagio tramite loro, unendosi allappello di chi in queste settimane sensibilizza contro labbandono. Tag:  Pomeriggio 5 coronavirus Speciale:  Coronavirus focus Persone:  Barbara DUrso